Heaven's Gate Villas
la tua villa in Grecia
Home page   |   Cambia lingua      
Le case  |   Le foto   |   Dove siamo   |   Info   |   Approfondimenti  |   Contattaci
Approfondimenti  
Karpathos è un'isola di circa 300 kmq situata ad est dell'isola di Creta  e a sud ovest di Rodi  ed è la seconda isola più estesa del Dodecanneso. Lunga poco meno di cinquanta chilometri, aspra e selvaggia quanto basta per essere una meta insolita, ha tutti i requisiti per diventare un’isola alla moda.

Soprattutto splendide spiagge, bianche o rosate, incastonate in scenografiche scogliere. Mai affollate, talvolta deserte, spesso confortate da una taverna. Quelle più belle vanno guadagnate con strade da brivido, al fondo di impervi canaloni intagliati nella montagna. Dovunque, il mare è di un blu intenso che si stempera nel turchese e nel verde, trasparente come il cristallo. 

Ma ci sono anche montagne che superano i mille metri. Ora brulle, ora pennellate di verde, con i pini spettinati e contorti dal Meltemi, il vento che batte forte sull’Egeo nei mesi di luglio e agosto e che soffiando costantemente sull’isola di Karpathos, l’ha resa una metà molto ambita da parte dei surfisti, che giungono in questa isola dai paesi di tutto il mondo, sia per la presenza costante della brezza, sia per la bellezza delle spiagge.

Croce e delizia degli skippers, il Meltemi inoltre forgia l’isola, scava le rocce, incurva gli olivi, scompiglia gli asfodeli che fioriscono a migliaia sui terreni rinsecchiti. E soprattutto rinfresca l’estate torrida di quest’isola inondata di sole.

Sole e mare non sono tutto. Karpathos è un’isola da scoprire: i candidi paesi addormentati sulle colline; coltivazioni terrazzate e olivi vetusti che le danno un’aria vissuta; un porticciolo animato di taverne e pescatori per non sentirsi isolati; un pizzico di folklore nei costumi tradizionali delle donne di Olympos; un vago sapore d’avventura sulle vertiginose sterrate che raggiungono gli angoli più selvaggi. Immancabili chiesette bianco-azzurre di cui Karpathos è costellata  “fanno” tanto Grecia; deliziose, candide, se ne stanno appollaiate nei luoghi più disparati, con una spiccata preferenza per gli speroni rocciosi perduti nella campagna o affacciati sul mare.

Talvolta così sperdute da pensare che siano abbandonate; invece, sono quasi sempre aperte, minuziosamente ordinate, con almeno una lampada che arde davanti a una semplice icona. Straordinariamente vive per tanta solitudine, meritano l’omaggio di una breve sosta.
Approfondimenti  
Negli ultimi anni, grazie anche al turismo di nicchia sono nati alberghi e studios, trasformati vecchi caicchi da pesca in barche per escursioni, aperte taverne con cucina internazionale. E costruite case, poche in relazione alla richiesta.

Le atmosfere più genuine si respirano nelle borgate più piccole, addormentate sulle colline.
Tra una spiaggia e l’altra, offrono una sosta nei caratteristici kafenion frequentati solo dagli isolani, per bere caffè greco o retzina, vino bianco aromatizzato con resina, vera bevanda nazionale insieme all’immancabile ouzo, liquore d’anice servito con acqua ghiacciata.

Le taverne più tradizionali si riconoscono per l’assenza di nomi fantasiosi, di fotografie dei piatti, di arredamenti esagerati.
Piuttosto scrivono il menu su una lavagna, spesso hanno tavoli e sedie nel tipico colore blu cobalto, e soprattutto vi fanno curiosare in cucina per apprezzare la freschezza del pesce e la varietà dei piatti.
E dove ci sono taverne ci sono gatti, altrimenti non sarebbe Grecia: sono tanti, belli, dappertutto. Pisolano indolenti su ogni scalino disponibile, salvo presentarsi puntualissimi all’ora di pranzo (se non fa troppo caldo) e di cena nelle taverne della zona.

Alla sera capita spesso che gli uomini del posto si mettano a suonare il lauto o la lira, due strumenti locali che accompagnano nenie ripetitive tipicamente greche. Gli anziani seduti ai caffè amano fare quattro chiacchiere con i turisti italiani, per rispolverare una lingua imparata a scuola quando le isole del Dodecanneso erano colonie italiane. Così saltano fuori aneddoti originali di una storia poco nota. Non c’è cenno di vecchi rancori, piuttosto una certa simpatia per le maestrine spaesate che arrivavano per insegnare l’italiano o i soldati caserecci alla “Mediterraneo”.

Tutti quanti, greci e italiani, travolti da un insolito destino nell’azzurro mare di Karpathos.
Case vacanza
  Amoopi - Ville singole natura e Relax, il mix perfetto per vivere le tue vacanze da sogno...
  Maggiori dettagli »
Dove
  Karpathos isola della Grecia si trova nel mare Egeo, tra Creta e Rodi...
Maggiori dettagli »
Info
COME ARRIVARE
AEREO: voli di linea per Karpathos via Atene con cambio velivolo; può essere necessario un pernottamento nella capitale...

    Maggiori info »
Copyright © Amoopi 2011 - Tutti i diritti riservati - credits Seguici anche su: